martedì 21 maggio 2013

ATTENZIONE, CONCENTRAZIONE, RITMO E SAVOIRE FAIRE

L'esperienza insegna, anche qualche lacrima versata a dirla tutta:  per sopravvivere nei rapporti con chi non perde occasione di farti sentire una portaerei bisogna avere la faccia tosta, da me si dice "come il posteriore" e oggi mi sento fine perchè l'esatta terminologia vorrebbe una parola che inizia per cu. Sono le classiche situazioni in cui il peso (più o meno over) di una ragazza diventa l'essenza di tutto quanto, lo strumento attraverso il quale l'imbecille di turno si fa forte ( e qui arriva Cocciante con l'acuto...Povero diavolo che pena mi faaaaa). 

Queste sono rotture- barra-umiliazioni-barra-offese-barra-situazioni tipo da affrontare con discreto successo.


Lesson number one: Insieme a te (nel banco) non ci sto più



I compagni di liceo, tendenzialmente maschi, non perdono occasione: le battutone da manuale che neanche Pippo Franco arrivano puntuali come una lama: come cintura hai l'equatore, per la tua foto la carta d'intentità è un A4..ok ok. Ci vuole un sacco di autoironia, me ne rendo conto, ma bisogna esser pronte ad agire. Le soluzioni: ridere alla battuta, fare la strafottente, negare alla morte la versione di latino, gioire ad ogni suo 4 sul registro e trombe da stadio alla bocciatura. Avrò anche la cintura come l'equatore ma tu nel cervello hai gli M&Ms.




Lesson number two: Un bicchiere di vino con un panino ( con la salamella)  la felicità

Questo è un rito iniziatico, l'ho già scritto diverse volte: è l'abilitazione al poter vivere tra le fregnacce che dobbiamo sopportare. Al ristorante, in pizzeria, al fast food, dal paninaro o al chiosco dei panzerotti della festa della taranta: tutti guardano cosa caspita ordini come fossero in cerca della risposta alla domanda sui tuoi chili. Le soluzioni: mangiare due frasche d'insalata e fare la salutista, godersi la mangiata che lo stress da prestazione fa ingrassare, giustificare il panino con la salamella con un salvavita " Tanto domani mangio bresaola e zucchine bollite"

Lesson number tree: Tutti al mare a mostrar le chiappe chiare

Tra meno di un mese inizia ufficialmente la stagione, quella in cui aprono gli stabilimenti, in cui si aprono ombrelloni e lettini, ci si spalma l'olio di cocco e di argan, e si tenta di fare una figura dignitosa in costume. Non mi piace chiamarla prova costume, ma il test effettivo alla fine lo sostieni proprio mentre raggiungi il bagnasciuga: le sciure con l'intero fiorato coppe preformate a punta calano gli occhiali e ti squadrano. Le soluzioni: scegliere una mise da spiaggia consona ( evitiamo tanga, perizomi e cosine succinte pliz), spalle dritte, petto in fuori e capelli al vento, abbronzatura che aiuta e fa tanto "bella in salute". Questa per l'universo mondo: depilatevi, con cura.



Lesson number four: Acido acida acido acida

Il pantalone dei tuoi sogni e la commessa bifidus, acida come lo yogurt magro del discount. Le più timide danno un'occhiata nel negozio e poi escono, altre si lanciano, a volte, senza schiantarsi. Sei nel camerino e sudi: asola a bottone sono simmetrici a 8 cm ciascuno dall'ombelico, dal loro incontro. Lei, la commessa bifidus, sa già di colpire  basso: ”Come vaaaa? Salgonoo?”. Le soluzioni: uscire con il sorriso e riconsegnare il  pantalone:" No, il modello non mi piace per niente, grazie e ciao" (tanto lei penserà che siamo grasse e dove volevi andare scusa amo?), chiedere la taglia più grande ( secondo te c'è scusa amo??), dire la verità: "No, manca una spanna e sembro un prosciutto Rovagnati" ( risata ebete Te lo volevo dire però mi sembrava brutto amo).

Lesson number five: sei la simpa della cumpa

No, simpa no, cioè anche, ma per fare colpo sul belloccio di turno, sul tipo che abbiamo puntato da mesi, non basta. Ti informi se per caso abbia parlato di te in una qualsiasi circostanza: "Si ha detto che sei un sacco simpatica e hai un viso bellissimo". E' già qualcosa, ma "simpatica e bellissimo viso" sono sinonimi di " Mi piacciono quelle alte, magre, con lo skinny, il tacco 12, il gloss fuxia, lo zigomo con l'illuminante. Quelle che sculettano, che dicono- ci sta dentro amo- ogni quarto d'ora, quelle che vanno dall'estetista a farsi la pausa pranzo e che si piastrerebbero anche con il ferro Roventa per chi non si accontenta! La soluzione: cambiare aria che chi apprezza c'è. Garantito.

Lesson number six: ti stai sbagliando che hai visto non è, non è (mia sorella) Francesca

Vi prego basta con il paragone con la sorella, la cugina, la nipote. Unicità si chiama. Può capitare che la sorella, sangue del tuo sangue, sia quelle quattro taglie in meno di te? Mi verrebbe da dire: dove sta il problema? E invece c'è, è quello principale delle zie sedute al tavolo della Comunione che sì, è vero che ti sei laureata a pieni voti, che hai un bel lavoro e che ti stai per sposare ma, non fai la dieta!. Propongo una soluzione sola: dirette come un fusibile pronunciate le seguenti parole (con un finto sorriso perchè altrimenti scombussolate gli equilibri familiari) :" Zia già che anche tu con la menopausa, le caldane, la ritenzione idrica...quanto hai preso?". Stesa e silenzio in aula.




59 commenti:

  1. Io adoro i tuoi post e l'ironia con la quale scrivi, che poi condivido i tuoi pensieri e per me hai ragione. Un punto in particolare è quello dei classici pranzi da comunione, ma anche da compleanno, battesimo, matrimonio e ogni altra occasione in cui il parentado tutto si riunisce. Occasioni in cui molti parenti non perdono l'occasione per fare ogni genere di confronti e per divertirsi a scassare al parente di turno che non vedono da mesi, che giustamente sapendo che la possibilità potrebbe ricapitare dopo altrettanti mesi si sbrigano a recuperare il tempo perso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Pirscilla, si il pranzo con i parenti, qualsiasi ricorrenza sia, è un appuntamento fisso con la rottura di maroni!

      Elimina
  2. Questo post è fantastico, facendo sorridere hai dato dei consigli preziosi. Io ho passato anni a preoccuparmi di quello che avrebbe detto o pensato la gente, per poi capire che tanto avrà sempre da ridire su qualsiasi cosa perciò tanto vale non preoccuparsi!

    Passa dal mio blog se ti va
    http://lovedlens.blogspot.it
    M.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ne vale la pena Monica. Certo, mica è facile arrivare ad affrontare il tutto con estrema ironia, ma ti salva la vita. bacione

      Elimina
  3. ma tu sei troppo simpatica, mi diverto troppo a leggere i tuoi post!!! un bacio
    LA MODE OUI C'EST MOI
    FACEBOOK
    BLOGLOVIN
    TWITTER

    RispondiElimina
  4. ahahah mi fai morire! ci voleva una bella risata oggi ;-) grazie

    http://heel12.wordpress.com/2013/05/20/baggy-jeans/

    RispondiElimina
  5. Un post stupendo.. e la penso come te.. se sei magra allora mangi troppo poco e sei fissata.. se sei grossa allora è xkè non ti sai contenere.. la gente parla sempre.. io penso che l'unica cosa importante è stare bene con se stessi.. un bacio mia cara!

    Carmelyta'sRoom

    Pagina di Facebook : Carmelyta'sWorld

    RispondiElimina
  6. Ehi amo, ma non te l'ha detto nessuna "che amo fatti li cazzi tua che campi cent'anni" ?! :-D ste commesse le ho sempre odiate .... e poi, passiamo alla lesson N°5, a me è capitato infinite volte che le ragazze dicessero all'altra specie "ma scusa, perchè ti piace quella che come sedere ha una porta aerei ???" Ed infinite volte (ormai una costante della mia vita ( sia che portassi una 44 od una 50 ) s"si va beh ma hai un viso bellissimo " .... un destino come un altro ....
    Bella la mia Guapy !!!!
    EIDESIGN GLAMOUR
    EIDESIGN GLAMOUR facebook fan page

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cri un triste ed inesorabile incontro quello con la commessa simpatia!!

      Elimina
  7. Post bellissimo ed ironicissimo! Mi piace molto il tuo modo di scrivere. Se può conslarti, anche io al liceo mi sentivo brutta e grassa (per la mia taglia 44) ed i compagni di classe mi prendevano sempre in giro, poi miracolosamente all'università ho scoperto che le mie curve piacevano e non poco e da allora ho iniziato ad amarle anche io. Ora sono fidanzata con un dietista, ma non si permette di farmi mettere a dieta, io mi piaccio così (ed a lui pure) e le mie curve mi rendono unica e bella ai miei occhi! Morale della favola: sei bella come sei e con qualche kg in meno non saresti più tu ma solo un'omologazione della nostra società!

    Torna a trovarmi sui miei blog

    Travel and Fashion Tips

    Dieta e Nutrizione

    Le ricette di Anna e Flavia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Anna il tuo commento mi fa estremamente piacere. Scrivere per me equivale a lavorare e amare il mio lavoro (cosa non da poco!) perciò mi riempie di gioia. Torna quando vuoi!

      Elimina
  8. Sto ridendo a crepapelle, troppo forte!
    Alessia
    THE CHILI COOL
    FACEBOOK
    Video Outfit YOUTUBE
    Kiss

    RispondiElimina
  9. guapa, mi hai fatto piegare dal ridere!
    mi sono cappottata su "sei simpatica e hai un viso bellissimo" che tradotto significa "mi piacciono quelle alte e magre"
    AHAAHHAHAHAHAHA

    STYLOSOPHIQUE - Moda, Make Up & Lifestyle
    OUTFIT || Rosso, verde e fantasia Zig Zag

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aahahahaha dai è vero però, una dura realtà me lo sono sentita ripetere tredicimilasettecentoventritre volte nella mia vita..

      Elimina
  10. fai A e gli altri vorrebbero che facessi B, fai B e gli altri vorrebbero facessi A... se dovessimo pensare agli altri non faremmo mai nulla!

    Federica
    La ragazza dai capelli rossi

    RispondiElimina
  11. Post FAVOLOSO. Simpatico e veritiero. Ma quanto sono pesanti le persone??
    Ma perché ognuno non pensa a se stesso?
    Daniela
    kaosmagazine.it

    RispondiElimina
  12. il pranzo coi parenti!!! uahauha ma che ridere! hai ragionissima!
    mi piace la tua ironia!
    sono nuova qui.. ma hai un blog davvero carino!
    Passa da me se ti va, c'è un nuovo outfit sul mio blog!..
    Baci Valeria

    RispondiElimina
  13. Ma questo post è stupendo, scritto benissimo e poi mi citi la Bandabardò e i Prozac+ ed è subito aMMore!!! Per quasi un anno di università mangiai costantemente al Mc (tutto roba salutare eh!), feci 10 esami e per ogni esame presi 1Kg. Non ho mai sentito battutine su di me, ma in assoluta sincerità non mi avrebbero sconvolta più di tanto, io mi vedevo bella! Evviva l'autoironia che salverà il mondo!!!

    New outfit!
    Cheap and Glamour

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusy, grazie mille..e sì diciamo che sono una tipa da concertone (chiaro no il concetto??). Ahhahaha anche io non mi sento poi così male, ma soprattutto me ne infischio caldamente!

      Elimina
  14. Ahahahah oddio me lo sono gustato dall'inizio fino alla fine questo post.
    Comunque anche per le "magre" alcuni punti sono in comune. Tipo la prova costume (chiunque sta lì a fartelo notare manco avessi fatto chissà cosa), al ristorante tutti controllano quello che mangi.
    L'importante, magre o un po' in carne, è prendere tutto con filosofia come fai te. Come ho scritto sul post di oggi: una donna non si giudica dai numeri della bilancia...
    <3
    Glamour Marmalade
    Instagram
    Twitter

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, concordo Martina, alcuni punti sono in comune qualsiasi fisicità una possieda..la gente dovrebbe semplicemente avere di meglio da fare!

      Elimina
  15. Cara sei fantastica, con ironia e leggerezza hai dato dei consigli utilissimi!!

    RispondiElimina
  16. Troppo simpatica sei caraa!:)
    bacii

    RispondiElimina
  17. ahahahahhaha tesoro mi hai fatto ridere per 20 minuti! :D
    ho amato questo post! sappilo ahahahhaha soprattutto il "per il mondo: depilatevi con cura" ahahhaha ma quanto hai ragione cavolo?
    ed anche la descrizione delle tipe skinny col gloss fuxia!!!
    alla fine sono dell'idea che l'importante è che stai bene tu con te stessa e col tuo corpo.
    poco importano i kg, non sono quelli a determinare le cose importanti della vita
    un bacio

    Syriously in Fashion
    Syriously Facebook Page

    RispondiElimina
  18. I consigli sono ottimi e questo post mi ha fatto ridere un sacco!
    Andando in palestra io ne vedo di tutti i colori, dalle tipe poco depilate a ragazze che riempiono i top dei costumi con improbabili cuscinetti che una volta in acqua si inzuppano e sembrano (non voglio essere volgare) le robe di una novantenne... il trash!

    Xoxo

    G.

    http://georgefashiondreamworld.blogspot.it/

    RispondiElimina
  19. Questo non è un post, è un manuale di sopravvivenza, m'immagino te che invece di scriverlo lo racconti dal vivo. Guapa pensaci, fanne un video, secondo me con la tua verve spaccheresti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici è?? Non ci avevo pensato ma potrebbe essere un'idea carina sai??

      Elimina
  20. Che post stupendo, quanto sei simpatica!


    New post on the blog:
    http://couturetrend.blogspot.it/2013/05/thassia-naves.html

    RispondiElimina
  21. Troppo simpatico, sto ancora ridendo
    alessandra
    www.alessandrastyle.com

    RispondiElimina
  22. ti adoro sempre di piu sei una pazza simpaticissimaaaaa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mary, io adoro voi che mi seguite sempre!

      Elimina
  23. Adoro la tua ironia, mi piace il tuo modo di vivere e affrontare le cose. Come dico sempre, l'importante è sentirsi bene con se stessi e stare in salute...il resto, soprattutto parole e sguardi malevoli lasciamoli scivolare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sara, stella, si fa quel che si può. Per piangersi addosso e fare la muffa c'è sempre tempo ahahahah. bacione!

      Elimina
  24. mah, al mare anche senza abbronzatura, a me provoca macchie antiestetiche e sto sotto l'ombrellone con protezione 50, ma ci vafo lo stesso e me la godo ;)

    RispondiElimina
  25. io amo te e i tuoi post!!! Con queste lesson so che c'è qualcuno come me che non ne può più di tutta la gente maligna che ti vede solo come una portatrice malata di grasso. grazie mi sento meno sola!! :D

    RispondiElimina
  26. Ciao Guapy....!
    Giusto oggi sono stata in un negozio, ho scelto una serie di abiti, li ho provati, ed al termine delle mie prove, la commessa che non è una commessa bifidus (perchè sono anni che vado ed ormai ci si conosce), ma un pò in sovrappeso anche lei, ha cominciato a propinarmi una serie di maglie extra-large in ogni salsa da provare dicendomi "sono all'ultima modaaa!!!" Ommammamia, va bene che sono sovrappeso, ma ficcarmi in testa proprio un sacco di Juta non mi sembra il caso...; ma il contributo migliore l'ha dato sua mamma, che ogni volta che uscivo dal camerino, mi diceva "come le sta bene!!!", "le sta tutto beneee"..... Ma per cortesia! Allo specchio mi vedo ancora.....

    Comunque....... come sempre sai farmi sorridere. Sei fantastica.
    Buona serata cara Guapy.

    By Marianna M.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco Marianna (benvenuta) la sincerità delle commesse meriterebbe un post a parte, concordo, spesso si è portati a dire che "tutto ti sta bene", "sei favolosa" ecc solo per vendere, non contando il rischio di far fare una pessima figura al marchio per il quale si lavora o il negozio. Meglio proporre bene che vendere a tutti i costi. Sono d'accordo!

      Elimina
  27. Per farsi due risate a proposito di parenti:il mio parentado siculo è composto da donne decisamente robuste che hanno quella che io chiamo scherzosamente (perchè anche io son fatta così) 'forma a melanzana'.Mia sorella e mia cugina sono magre magre e io sono l'unica nipote 'grassa'. (mannaggia ammia che porto la 42-44 con un po'di pancia e fianchi!), disperazione!
    Appena c'è una cena di famiglia vengo letteralmente assalita da nonna, zie e prozie, tutte rigorosamente taglia 56, che iniziano con la litania 'Ma comeeeeee, tua sorella e tua cugina sono così secche, e tu sei così tondaaaaa.Ma quando ti metti a dieta, 'a nonna/'a zia?'
    Una scena viscontiana :D E io..me la rido e mi mangio la pasta con le sarde!
    E.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E. immagino già la tua tavolata sicula con le vocali tirate e le tue zie che ti fanno la paternale. Suvvia per una 42-44??? Gnor no!! Brava, vai avanti con le tue sarde e passa avanti!

      Elimina
  28. Sono morta sulla 'lezione 5' , quanta verità haha :)
    Mi piacciono questi post, mi fanno sorridere e mi 'tengono compagnia' :P

    RispondiElimina
  29. tesoro sei una figa, adoro la tua ironia!
    baci

    RispondiElimina
  30. Tu sei in Mito!!! :)
    I tuoi Post sono belli perchè sono spontanei, ironici e veritieri!!!
    Vorrei troppo conoscerti :D

    ♥ NEW POST: Wishlist on Persunmall!
    ♥ Facebook
    ♥ Se ti va, potresti lasciarmi un Like a questa foto? Thanks!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dontella grazie stella..se passi da Milano avvisami così ci conosciamo :D

      Elimina
  31. Il terrore di quello che ordino: capita anche a me.
    La soluzione è che me magno tutto, perchè loro possono pure averci gli addominali perfetti ma il fatto che mangino petto di pollo sulla griglia tutta la vita non li rende migliori di me.

    RispondiElimina
  32. mi fai morire dal ridere guarda!!! =)

    RispondiElimina
  33. sei brava, continua così! E poi la citazione nel titolo è top! Adoro la Bandabardò!
    Eli | The Gummy Sweet

    RispondiElimina
  34. Tu lo sai io ti adoro...consiglio "fraterno" la prossima volta gioca in anticipo parti tu a sciorinare tutti i loro difetti! Baci Ele!

    ps però quella dell'equatore è bellissima

    RispondiElimina
  35. ahahah mi strappi sempre un sorriso! Non farti mai buttare giù dalla cattiveria della gente! Tanto la maggior parte delle persone che tu sia in carne o magra, bella o brutta, alta o bassa avrà sempre da ridire!!! :-*
    Giulia

    New post: http://giuliagalettibeer.wordpress.com/2013/05/23/romwe-7-beautiful-pictures-of-a-week/

    RispondiElimina
  36. È la prima volta che capito sul tuo blog..sei una delle poche blogger che scrive e comunica davvero, sarà che poi questo argomento mi sta molto a cuore. Per anni io mi sono vista sovrappeso ma in realtà non lo sono.. Eppure ti dico che tanto chi vuole essere cattivo con te il modo lo trova sempre, qualunque sia il tuo peso. A volte mi sono sentita prendere in giro perché i vestiti di un certo negozio per me erano tutti troppo larghi, per "donne vere"...e vaglielo a spiegare che io porto la 38 perché non sono alta neppure 1.60! Le critiche sul fisico sono una c*****a il 101% delle volte!

    http://moongreyhound.blogspot.it/

    RispondiElimina
  37. Post geniale!
    Anche io odio le commesse, per principio evito i negozi piccoli e dotati di commesse tipo H&M o Oviesse a prescindere dal tipo di negozio, tranne quando sono VERAMENTE costretta. A quel punto mi armo di sorrisone e chiedo subito se hanno la mia taglia (48). Se mi dicono qualcosa rispondo con le battute, ma se sono acide son più acida di loro e me ne vado proprio.

    Adoro la battuta contro la zia rompimaroni <3

    RispondiElimina
  38. Mi sono accorta adesso di aver sbagliato a scrivere -.- evito i negozi piccoli e frequento quelli tipo H&M e Oviesse. Pardon!


    RispondiElimina

Grazie alle guape e ai guapi di essere passati da qui!